Tel/Fax +39 06 33652422
info@festivalpusteria.org
Title Image

Una pausa culturale: le città storiche e i musei della Val Pusteria

Home  /  Tradizioni Val Pusteria   /  Una pausa culturale: le città storiche e i musei della Val Pusteria

Una pausa culturale: le città storiche e i musei della Val Pusteria

La Val Pusteria non significa solo escursioni! Ci sono tantissime attività che permettono ai turisti di scoprire un po’ di storia e cultura della zona.

A partire dai musei della Val Pusteria. Nelle vicinanze di Dobbiaco e San Candido sono perfetti per passare un pomeriggio di relax alla scoperta di molte curiosità. A San Candido il Museo DoloMythos ci racconta la storia dei primi abitanti della Val Pusteria: i dinosauri! Il museo è anche uno dei più grandi dedicati alle dolomiti, e ci permette di scoprire moltissime storie della zona.

A MondoLatte di Dobbiaco invece scopriamo una delle ricchezze della Valle: i formaggi, la loro realizzazione a regola d’arte, utilizzando il latte di mucche che pascolano libere nella natura.

Una meta adatta ai più golosi si trova sulla via per Lienz ed è la Fabbrica della Loacker: un’occasione imperdibile per fare una scorta dolcissima da consumare al coperto e scoprire i segreti dei wafer più amati del mondo.

A Plan de Corones invece, non si può mancare una visita al Messner Mountain Museum. Uno dei sei musei dedicati all’alpinismo che il famosissimo Reinhold Messner ha costruito nel mondo in località speciali. Plan de Corones è una di queste, dall’alto dei suoi 2275 metri di quota che danno una panoramica magica di tutta la valle.

La struttura del museo è già di per sé un’opera d’arte, eccentrica ma perfettamente armonioso con il contesto naturale.

A Sesto invece, gli amanti della cultura devono visitare il museo Rudolf Stolz: il pittore originario di Bolzano che fu insignito di diversi premi già quando era in vita. Tra le opere di Rudolf Stolz la più nota è senza dubbio il “Totentanz” (Danza della Morte), capolavoro del pittore altoatesino. Questi affreschi si trovano nel Cimitero di Sesto e rappresentano la Morte, che appare in sette scene e danza con sette figure umane, tutte in suo potere.

Tra le città che offrono una spaccato del folklore e di una storia lunga secoli c’è Brunico, uno dei capoluoghi artistici e culturali. La città che prende il nome dal suo principe vescovo Bruno von Kirchberg, è un fulcro di attività, negozi, caffè, enoteche e molto altro da scoprire con una piacevole passeggiata tra le sue vie centrali. Da non perdere: una visita al Castello di Brunico!

Se vogliamo passare il confine con l’Austria, la città giusta è Lienz dove si respira un’aria aristocratica, elegante e colorata, soprattutto all’interno del centro storico.

Tra San Candido e Dobbiaco c’è solo l’imbarazzo della scelta. Meglio visitarle entrambe e seguire i nostri consigli!

it_ITItalian
en_GBEnglish de_DEGerman it_ITItalian