Demetra Fogazza: “Chi ama la musica non può non amare la natura”

Demetra Fogazza

Oggi incontriamo Demetra Fogazza, una giovane musicista dai mille interessi le cui attività spaziano attraverso stili e strumenti musicali di ogni genere. Cantante lirica (“Soprano Verdiano”, tiene a precisare), compositrice autodidatta, dirige tre cori: l’ensemble femminile “Vocisottocasa”, il coro giovanile “Mohole Vocal Ensemble” e il coro misto “Vocalwaves” con cui ha partecipato alle ultime due edizioni del nostro Festival. 

BUONGIORNO DEMETRA; PUOI DIRCI COME TI SEI AVVICINATA ALLA MUSICA E COME, IN PARTICOLARE, ALLA MUSICA CORALE? 

Buongiorno a tutti! Allora, Ho iniziato, come tanti, strimpellando da bambina il pianoforte che avevo a casa; crescendo, ho iniziato a cantare nel coro della mia scuola, dove hanno scoperto le mie capacità vocali. Da lì, il passo successivo è stato l’ingresso in conservatorio: frequentando come cantante il corso di direzione di coro ho scoperto la bellezza della musica corale! 

OLTRE AL PIANOFORTE SUONI ALTRI STRUMENTI?

Oltre al piano suono il violoncello, il flauto traverso, la chitarra e l’arpa celtica: prendo in continuazione lezioni e non mi fermo nell’acquistare strumenti (e qualcuno è ancora da pagare…). Devo dire che imparare a suonare anche solo poche note su uno strumento è sempre un grande gioia! Tra l’altro strimpello anche il basso e la batteria e sto approcciando, ehm… il “Cornetto Rinascimentale”. 

PARLACI DEI TUOI GUSTI MUSICALI: QUALI COMPOSITORI PREFERISCI? 

Impossibile rispondere! Non mi sono mai  soffermata su un genere, su uno strumento, su un lavoro, figuriamoci su un autore. Insegno lo stesso ai miei studenti: tutta la musica è bella quando è bella! 

RIGUARDO ALLA MUSICA CORALE, CHE REPERTORIO TI PIACE DIRIGERE?

Mi piace dirigere la musica rinascimentale perché è stupenda; e la musica sacra, perché in chiesa le voci sono bellissime e anche perché, alla fine, tra una festività e un’altra… siamo sempre lì! Inoltre, mi piace arrangiare brani di qualunque repertorio e mi piace scrivere brani inediti per i miei cori… Sì, ho studiato anche composizione!

MA…NON C’È L’OPERA LIRICA?! 

Adoro l’opera, ma è un genere che non preparo mai con i miei cori. E’ la mia etichetta professionale: la mia breve carriera artistica si è svolta in ambito operistico e faccio fatica ad accettare l’idea di far eseguire cori d’opera a voci non liriche. E se devo essere sincera non mi piace nemmeno ascoltare cori d’opera eseguiti da cori amatoriali… Con l’eccezione, naturalmente, del Va’ Pensiero” cantato dai tremila coristi a San Candido durante il Festival Alta Pusteria!

SE UN EXTRATERRESTRE ARRIVASSE SULLA TERRA E TI CHIEDESSE DI ASCOLTARE I TRE MIGLIORI BRANI DI SEMPRE, TU COSA SCEGLIERESTI? 

Scelta difficile… Comunque direi I Concerti Brandeburghesi di Bach, il Requiem di Mozart, la quinta sinfonia di Mahler. 

USCIAMO PER UN MOMENTO DALLA MUSICA: QUAL È IL TUO RAPPORTO CON LA NATURA?

Chi ama la musica non può non amare la natura: potrete avvistarmi a largo di qualche mare o in cima a qualche vetta! E’ una sfida personale: il poter dimostrare a me stessa, e quindi a tutti i miei studenti, che con la perseveranza e la passione si può arrivare ovunque.

PER FINIRE: SECONDO TE, IN UN MONDO SEMPRE PIÙ DIGITALIZZATO E ONLINE, QUALE SARÀ IL FUTURO DELLA MUSICA CORALE? 

Se da una parte è vero che attraverso la rete si può certamente sperimentare  (e mi diverto molto anch’io in questo), penso che niente potrà mai sostituire il calore del contatto umano, vedersi alle prove, raccontarsi la settimana, portare i pasticcini per i compleanni dei coristi… E qualche volta anche rimproverarli!

Non dimentichiamo che la grandissima maggioranza dei cori amatoriali ha come primo obiettivo lo stare insieme; noi abbiamo partecipato per due volte all’Alta Pusteria Festival proprio per questo!

Riguardo al futuro della coralità, ho colleghe e colleghi che lavorano in modo veramente eccellente con gruppi vocali infantili e vedo ogni anno i piccini cantare sempre meglio. In breve: MONDO DIGITALIZZATO, NON TI TEMO! 

      it_ITItalian